Nuove aree a rischio TBE in Germania da zecche pericolose anche per i cani?

In Germania, la meningite o encefalite trasmessa dalle zecche si sta diffondendo. Poiché nel 2020 sono stati riportati più casi di TBE che mai (da quando la raccolta dei dati è iniziata nel 2001), l’RKI ha quindi classificato altre cinque regioni della Germania come aree a rischio.

Ma questo è anche pericoloso per i nostri cani?

Beh, per quanto riguarda la sola TBE, un po’ meno, dato che i cani si ammalano solo raramente gravemente degli agenti patogeni virali trasmessi dalla zecca del ricino europeo.

Ma si può supporre che la maggiore trasmissione di agenti patogeni non si limiterà solo alla TBE e che anche i cani saranno esposti a un rischio maggiore.

Quindi, una breve panoramica sulla possibile trasmissione di agenti patogeni.

Malattie che possono essere trasmesse dalle zecche ai cani:

  • Babesiosi
    Gli agenti patogeni (babesia) trasmessi dalla zecca del cane ornato (dermacentor reticulatus) distruggono i globuli rossi. In un decorso acuto, i cani malati mostrano febbre alta 10-21 giorni dopo il morso della zecca, non mangiano più e appaiono letargici. Seguono vomito, diarrea e insufficienza renale acuta. Alcuni animali mostrano un decorso graduale della malattia con episodi di febbre, motivo per cui viene spesso chiamata “malaria canina”.
  • Malattia di Lyme
    Il principale portatore del batterio (borrelia) è la zecca del ricino europeo. In alcuni cani, dopo l’infezione, c’è un’infiammazione delle articolazioni, altrimenti sintomi come stanchezza, perdita di rendimento, febbre o anche deficit neurologici.
  • Anaplasmosi
    Trasmessi anch’essi dalla zecca del ricino europeo, questi parassiti unicellulari del sangue attaccano i globuli bianchi. La malattia può estendersi per diversi anni e progredire per fasi.
  • Encefalite da zecca (TBE)
    Come già accennato all’inizio, i cani, a differenza degli umani, contraggono raramente questo agente patogeno virale. Il vettore è la zecca del ricino europeo.
  • Ehrlichiosi
    Originariamente diffusa nei paesi mediterranei, l’ehrlichiosi è stata ora rilevata anche in Germania. Vettore del batterio Ehrlichia canis è la zecca del cane marrone (Rhipcephalus sanguineus). Un focolaio della malattia con febbre, emorragie, difficoltà respiratorie e altri sintomi si verifica di solito 1-2 settimane dopo l’infezione.

Se il cane si ammala o almeno sembra ammalato, è ovviamente consigliabile visitare un veterinario il più presto possibile e informarlo di un’infestazione di zecche (aumentata). Il veterinario può quindi iniziare sistematicamente con il contenimento e la diagnosi.

Date anche un’occhiata a questi articoli per la prevenzione naturale delle zecche:

Estratto di Margosa – Difesa naturalmente efficace contro le zecche per cani senza prodotti chimici

Geraniolo come repellente naturale contro le zecche per i cani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *